LeCaseFranche - Storia di un cantiere

03 Maggio 2017

Sabato 29 Aprile, a San Martino in Villafranca è stato ufficialmente inaugurato, davanti alle autorità e ai progettisti e fondatori, il villaggio "LeCaseFranche", il progetto di cohousing che ci ha visto realizzare le strutture che ospiteranno oltre 50 persone pronte a vivere in totale condivisione tutti gli aspetti della vita comune. Scopri come hanno preso vita queste costruzioni.

Da un progetto di Clusterize, nasce LeCaseFranche, il cohousing sociale costruito interamente in legno, uno dei progetti più importanti e stimolanti che ci hanno visti impegnati in questi anni.

Qui la storia di come siamo passati da un'ideale a una realtà solida e accogliente.

Nella campagna Forlivese, ai margini del piccolo borgo di San Martino Villafranca, sorge un piccolo villaggio che porta avanti un’idea di vita, e di edilizia, diversa da tutto ciò che ci circonda. Stiamo parlando del villaggio “LeCaseFranche”, un sistema di cohousing che dallo scorso Sabato ospita ufficialmente 18 famiglie.

COHOUSING

   

Il Cohousing è una nuova idea di abitazione, un insediamento residenziale composto da alloggi privati e vasti spazi comuni, sia chiusi che aperti, destinati alle attività dell’intera comunità. Questo modo di vivere e abitare è nato e sta crescendo nei paesi del nord Europa ed è sempre più frequente anche in Italia.
L'obiettivo era creare un villaggio ideale, basandosi su principi quali ecosostenibilità, simbiosi con la natura, autonomia energetica e una grande attenzione al paesaggio.

Le Case Franche è un progetto che nasce dal basso, da un’iniziativa privata, opera di un gruppo di giovani forlivesi (single e coppie con o senza figli) accomunati dallo spirito collettivo di uno stile di vita ecologico e sostenibile.

La progettazione è opera dello studio CLUSTERIZE, di cui fa parte anche una delle promotrici e futura abitante.
Il terreno dove sorge l’ecovillaggio è di 15 mila mq e ospita 18 nuclei abitativi organizzati in modo tale da facilitare gli incontri e la vita sociale grazie ad ampi spazi coperti e scoperti destinati all’uso comune e fruibili sia dai cohousers che dai concittadini. Queste scelte non implicano la rinuncia alla privacy ma portano all'aiuto reciproco, al risparmio delle spese di gestione e al minor impatto ambientale. L’attenzione all’ecologia e al benessere delle singole persone sono alla base di questa struttura: la collaborazione di ogni membro è fondamentale per la vita quotidiana.

PROGETTO

 

Il progetto Le Case Franche si pone come un modello possibile e praticabile per vivere nella natura senza sentirsi isolati dalla città, generando plusvalore sociale ed economico. L’intervento vuole anche servire per mettere a punto un programma di riqualificazione e di valorizzazione delle zone extraurbane delle città italiane.

Attenzione al paesaggio, simbiosi con la natura, costruzioni che rispettassero l'ambiente. Questi gli obiettivi progettuali, che hanno dato origine a una serie di costruzioni che si fondono perfettamente con l'ambiente: ogni nucleo abitativo è dotato di una pedana di legno che ha la funzione di unire l’interno con l’esterno e da forma a percorso continuo di piazzette di ritrovo. L’esterno si connette all’interno grazie alle finestre che richiamano la forma bombata tipica delle bow window olandesi e sembrano volersi allungare verso il parco. Le strutture sono tutte termo autonome, grazie alla costruzione a secco ed alla presenza di impianti geotermici e fotovoltaici, oltre che alla scelta di usare quasi esclusivamente materiali naturali.
Ed anche per questo si è deciso di puntare sul legno, materiale GREEN per eccellenza, che permette altissime prestazioni in termini di isolamento, comfort e benessere abitativo, ha un consumo di CO2 neutrale, e permette di costruire velocemente e con la massima precisione.

LA STORIA

Ottobre 2015

Iniziano i lavori. Per prima cosa prendono vita le 9 strutture che diventeranno le case delle famiglie.

 

Marzo 2016

Iniziamo la realizzazione dei 3 edifici più grandi, quelli dove si svolgeranno le relazioni tra gli abitanti.

 

Luglio 2016

Tocca all’edificio del Cohouse. La grande casa comune comincia a prendere forma, mentre le altre strutture procedono al completamento delle finiture e dei dettagli

 

Ottobre 2016

Le case franche sono quasi finite! Vengono effettuati gli ultimi ritocchi interni, presto le famiglie potranno entrare ed iniziare la loro nuova vita!

 

Aprile 2017

Finalmente si apre! Con la cerimonia ufficiale in presenza del sindaco e dei fondatori, il villaggio prende vita!

 

concept and design by Interline